Marco Confortola regala il primo 8000 a Karpos
e raggiunge quota 11. Guarda il film:



Da poco più di due anni Marco è entrato a far parte della famiglia Karpos, e da subito il legame fra lui e l’azienda è diventato fortissimo. Tantissime cose in comune: l’energia, la ricerca di se e dei propri limiti, il desiderio di crescere. Elementi che hanno unito a doppia mandata i destini di entrambi, e così dopo poco più di un anno l’anno scorso Marco Confortola ha regalato il primo 8000 nella giovane storia di Karpos, e Karpos sta cercando di contribuire a regalare il sogno di Marco di chiudere tutti i quattordici 8000. Una bella sfida per entrambi.

 

Scopriamo questa storia di impegno, sogni e gratificazione.

 

"Poco dopo aver raggiunto il Campo Base e aver organizzato le cose, comincia quella fase che nessun alpinista ama, l’acclimatamento! Sali e scendi. Sali e ti fermi in quota, e poi ridiscendi. Poi risali ancora. Più soffri, più resisti e più sei pronto per salire lassù, dove l’aria è sottile. Notti intere lottando con il freddo, con la fame e con una parte del tuo “IO” che vuol farti scendere al campo base dove la percentuale di ossigeno è maggiore e tutto sembra più facile, ed è vero, respirare al campo base è nettamente più facile."

 

 

"Evviva! Si torna giù dove c’è un pasto caldo! Dove trovi gli amici e dove c’è la tua tenda tanto piccola quanto grande dei tuoi affetti. La tenda al campo base è una piccola casetta dove una semplice immagine dei tuoi amori, un piccolo orsacchiotto di tuo figlio ti porta lontano nel tempo e nello spazio, e con il sonno torni a sognare il mondo confortevole che hai lasciato per essere nuovamente qui, sotto una grande montagna per tentare di salirla."

 

 

"Il freddo è pungente, ma la lotta con l’alpe continua. Passo dopo passo, ora dopo ora, giorno dopo giorno, finalmente arriva il momento in cui, dopo tanta sofferenza in quota per acclimatarsi, sei pronto per tentare la cima."

 

"Si scala, si tiene duro, non si molla perché fondamentalmente siamo nati per lottare. NO PAIN NO GAIN un motto che diventa un mantra! Avanti, avanti!"

 

Marco Confortola Gusherbrum Two 005 Desktop
Marco Confortola Gusherbrum Two 004 Desktop

 

"Ci siamo! Ce l’abbiamo fatta... 8030m senza ossigeno in vetta al mio undicesimo ottomila, onorato e felice di essere il primo alpinista ad aver raggiunto un ottomila per un'azienda che mi ha accolto nella sua famiglia... grazie KARPOS!"